Analisi e attività sulle segnalazioni degli eventi avversi nel 2013 in Veneto. La relazione di Canale Verde.

I vaccini attualmente disponibili mostrano un elevatissimo grado di sicurezza ed efficacia; essi possono tuttavia dar luogo a reazioni avverse che sono generalmente di modesta entità ma che, raramente, possono produrre manifestazioni cliniche più gravi. Risulta così necessaria un'attenta sorveglianza delle reazioni avverse a vaccini, attività che richiede una tempestiva notifica dell'evento osservato e competenze specialistiche per la valutazione.

La regione Veneto, per rispondere all'aumentata domanda di informazioni sulla sicurezza dei vaccini, nel 1993 ha istituito il Canale Verde, un'attività per la prevenzione, la valutazione e la sorveglianza delle reazioni avverse a vaccini, che ha sede presso il Policlinico dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona.

Tra i compiti assegnati al Canale Verde vi è la redazione di un rapporto annuale sull'attività, che rappresenta un importante ritorno informativo per gli addetti ai lavori ma anche un atto di trasparenza nei confronti dei cittadini, non di rado preoccupati delle reazioni a vaccinazioni.

I risultati relativi alle segnalazioni del 2013 mostrano un notevole incremento delle schede rispetto agli anni precedenti. Il dato trova spiegazione non solo nella reattogenicità di alcuni vaccini o della loro combinazione o contemporanea somministrazione, ma soprattutto nella continua promozione delle attività di vaccinovigilanza svolta dal Servizio di Sanità Pubblica regionale, che nel periodo in esame ha previsto anche l'avvio di un progetto di sorveglianza attiva sugli eventi avversi da vaccini virali vivi (MPRV, MPR e varicella) in 6 Aziende ULSS, che si concluderà nel corrente anno. Il progetto ha indotto un aumento delle segnalazioni di eventi avversi dopo MPR+V, soprattutto lievi e rilevanti, mentre per quelli gravi vi è da sempre stata una costante notifica. Anche nel 2013 gli eventi gravi risultano in maggioranza correlabili alla somministrazione di vaccini virali vivi (71%). Le segnalazioni provengono da varie Aziende ULSS anche non aderenti a iniziative di sorveglianza attiva.

Dal riepilogo dei dati raccolti dal 1993, anno di inizio dell'attività del Canale Verde, risulta che il tasso delle manifestazioni gravi risulta stabile nel tempo, se si esclude l'oscillazione legata all'introduzione del vaccino MPRV, a conferma della qualità dei dati raccolti in oltre un ventennio, in cui si è rivolta particolare attenzione alla rilevazione ed al monitoraggio delle reazioni più severe. Nessun decesso correlabile causalmente a vaccinazioni si è verificato durante questo lungo periodo, con oltre 29 milioni di dosi di vaccini somministrate.

L’attività di consulenza pre- e post-vaccinalerisulta complessivamente stabile. Nel 2013 il 74% dei soggetti valutati è risultato idoneo alla vaccinazione, per il 33% dei casi sono state indicate precauzioni personalizzate. Non si sono verificate reazioni gravi nei pazienti vaccinati dopo consulenza. Si è osservato invece un significativo aumento dei rifiuti a vaccinare o proseguire la vaccinazione nonostante la valutazione specialistica (22% circa), che riflette l'atteggiamento generale di un numero crescente di cittadini critici nei confronti delle vaccinazioni, per timore di reazioni avverse e complicazioni a distanza e insufficiente percezione dei rischi di malattia.

Dal seguente link è possibile visionare e scaricare il documento: Eventi avversi vaccinazione - Dati Veneto 2013 - 17.ma Relazione Canale Verde.

Mentre dal seguente link è possibile visionare e scaricare il documento relativo all'anno precedente: Eventi avversi vaccinazione - Dati Veneto 2012 - 16.ma Relazione Canale Verde.

Fonti / Bibliografia
  1. Pandemic (H1N1) 2009 — update 99. Geneva: World Health Organization, May 7, 2010. http://www.who.int/csr/don/2010_05_07/en/
  2. Simonsen L, Clarke MJ, Williamson GD, Stroup DF, Arden NH, Schonberger LB. The impact of influenza epidemics on mortality: introducing a severity index Am J Public Health. 1997 Dec;87(12):1944-50
  3. Simonsen L, Clarke MJ, Stroup DF, Williamson GD, Arden NC, Cox NJ. A method for timely assessment of influenza-associated mortality in the United States. Epidemiol. 1997;8:390-395
  4. Nicol A, Ciancio BC, Lopez Chavarrias V et al Influenza-related deaths - available methods for estimating numbers and detecting patterns for seasonal and pandemic influenza in Europe. Eurosurveillance, Volume 17, Issue 18, 03 May 2012
  5. Updated CDC Estimates of 2009 H1N1 Influenza Cases, Hospitalizations and Deaths in the United States, April 2009 – April 10, 2010. http://www.cdc.gov/h1n1flu/estimates_2009_h1n1.htm
  6. Simonsen L, Spreeuwenberg P, Lustig R, et al. Global mortality estimates for the 2009 influenza pandemic from the GLaMOR project: a modeling study. Plos Med 10.1371/journal.pmed.1001558
  7. Writing Committee of the WHO Consultation on Clinical Aspects of Pandemic (H1N1) 2009 Influenza. Clinical Aspects of Pandemic 2009 Influenza A (H1N1) Virus Infection N Engl J Med 2010; 362:1708-1719
  8. Rizzo C., Bella A., Viboud C., Simonsen L., Miller M. A., Rota M. C., Salmaso S., Ciofi degli Atti M. L. "Trends for Influenza-related Deaths during Pandemic and Epidemic Season, Italy, 1969-2001". Emerging Infectious Diseases Vol 13, N. 5, May 2007
  9. O. T. Mytton, P.D. Rutter and L. J. Donaldson. Influenza A(H1N1)pdm09 in England, 2009 to 2011: a greater burden of severe illness in the year after the pandemic than in the pandemic year. Eurosurveillance, Volume 17, Issue 14, 05 April 2012
  10. Athanasiou M, Baka A, Andreopoulu A, Spala G, Karageorgou K, Kostopoulos L, et al. Influenza surveillance during the post-pandemic influenza 2010/2011 season in Greece, 04 October 2010 to 22 May 2011. Euro Surveill. 2011;16(44):pii=2004
  11. Robert Oseasohn, M.D., Lester Adelson, M.D., and Masaro Kaji, M.D.Clinicopathologic Study of Thirty-Three Fatal Cases of Asian Influenza. N Engl J Med 1959; 260:509-518
  12. Akihisa Okumura, MD, PhD; Satoshi Nakagawa, MD, PhD; et al; Deaths Associated With Pandemic (H1N1) 2009 Among Children, Japan, 2009-2010 Emerging Infectious Diseases Vol. 17, No. 11, November 2011
  13. Cox CM, Blanton L, Dhara R, Brammer L, Finelli L. 2009 Pandemic influenza A (H1N1) deaths among children—United States, 2009–2010. Clin Infect Dis. 2011;52 Suppl 1:S69–74. doi:10.1093/cid/ciq011
  14. Sachedina N, Donaldson LJ. Paediatric mortality related to pandemic influenza A H1N1 infection in England: an observational population-based study. Lancet. 2010;376:1846–52. doi:10.1016/S0140-6736(10)61195-6
  15. Niranjan Bhat, M.D., Jennifer G. Wright,et al. Influenza-Associated Deaths among Children in the United States, 2003–2004 N Engl J Med 2005; 353:2559-2567December 15, 2005
  16. Johnson BF, Wilson LE, Ellis J, Elliot AJ, Barclay WS, et al. (2009) Fatal Cases of Influenza A in Childhood. PLoS ONE 4(10): e7671. doi:10.1371/journal.pone.0007671
  17. Prandoni S. Sudden and fulminant deaths of healthy children in Italy during the 2010-11 and 2011-12 seasons: results of an online study. Jphres dx.doi.org/10.4081/jphr.2012.e29
  18. Wong K.K., Jain S., Blanton L. et al. Pediatrics:Influenza-Associated Pediatric Deaths in the United States, 2004–2012. Pediatrics 2013 doi: 10.1542/peds.2013-1493
Condividi questa pagina: