DISPONIBILI I DATI DELLE COPERTURE AGGIORNATI AL 30 GIUGNO 2018

Pubblicato dal ministero della Salute l’ultimo aggiornamento al 30 giugno 2018. Per la coorte di nascita 2015 il vaccino esavalente ha raggiunto in media la soglia del 95% (nello specifico sono 13 regioni sopra il target) mentre per morbillo, parotite e rosolia siamo al 94%. Crescono le coperture anche per le coorti del 2014 e per quelle del 2010.

Le coperture vaccinali rappresentano l’indicatore per eccellenza delle strategie vaccinali, poiché forniscono informazioni in merito alla loro reale implementazione sul territorio e sull’efficienza del sistema vaccinale.

Nel corso del 2018 è stata effettuata una rilevazione ad hoc di medio termine, ossia al 30 giugno 2018, per valutare l’impatto del DL 73/2017, richiedendo esclusivamente i dati relativi alle coorti 2015 (vaccinazioni effettuate al 30 giugno 2018), 2014 (vaccinazioni effettuate al 30 giugno 2018) e 2010 (vaccinazioni effettuate al 30 giugno 2018), che erano state oggetto di rilevazione routinaria e calcolo della copertura vaccinale già al 31 dicembre 2017, per misurare l’eventuale ulteriore aumento nelle rispettive coperture vaccinali a distanza di 6 mesi.

Riguardo ai dati di copertura vaccinale al 30 giugno 2018, relativi alle età per le quali è stato effettuato il monitoraggio ad hoc:

  • la copertura nazionale relativa ai bambini nati nel 2015 nei confronti della polio (usata come proxy per le vaccinazioni contenute nell’esavalente) supera il 95% (95,46%) guadagnando un +0,85% rispetto alla rilevazione al 31 dicembre 2017, e con 13 regioni che superano il 95%; l’aumento è ancora più marcato nel caso della copertura per la prima dose di vaccino contro il morbillo, che arriva al 94,15%, con un +2,30% rispetto al 31 dicembre 2017, sei regioni che superano il 95% e altre tre che vi si avvicinano;
  • aumentano anche le coperture nei confronti delle vaccinazioni non obbligatorie, come antipneumococcica (90,90% al 31 dicembre 2017 vs 91,98% al 30 giugno 2018) e antimeningococcica C (82,64% al 31 dicembre 2017 vs 87,77% al 30 giugno 2018);
  • il trend generale positivo è confermato anche dalle coperture vaccinali nazionali relative ai bambini nati nell’anno 2014: la copertura vaccinale anti-polio passa da 95,05% (31 dicembre 2017) a 95,81% (+0,76%); l’aumento è ancora più marcato nel caso del morbillo che cresce dell’1,97%, passando da 92,38% a 94,35%. Anche le altre vaccinazioni obbligatorie superano il 95%;
  • riguardo alle vaccinazioni in età pre-scolare, generalmente somministrati a 5-6 anni (relative ai bambini nati nell’anno 2010), si registra un +3,63% per la quarta dose di antipolio (88,69% al 31/12/2017 vs 92,32% al 30/6/2018) e un +4,35% per la seconda dose (ciclo completo) di anti-morbillo (85,74% al 31/12/2017 vs 90,09% al 30/6/2018).

Differenze tra le regioni

Come di consueto, anche al 30/6/2018 si sono registrate differenze tra le regioni, anche se meno evidenti che in precedenza, almeno per le vaccinazioni obbligatorie:

  • la copertura nella coorte 2015 contro la polio è inferiore al 90% solo nella P.A. di Bolzano(89,36% al 30/6/2018 vs 85,87% al 31/12/2017), mentre nelle altre regioni si va dal 92,40% della Sicilia al 98,37% del Lazio, con 13 regioni che superano la soglia del 95%, e solo 3 regioni (Friuli Venezia Giulia, Sicilia e P.A. di Bolzano) sotto il 93%;
  • la copertura vaccinale per morbillo nella medesima coorte è inferiore al 90% solo nella P.A. di Bolzano (82,18% al 30/6/2018 vs 71,86 al 31/12/2017), mentre nelle altre si va dal 91% della Sicilia al 97,51% del Lazio; 6 regioni superano il 95% e altre tre vi si avvicinano;
  • la copertura nella coorte 2014 contro la polio è superiore al 90% in tutte le regioni (range: 91,44% nella P.A. di Bolzano – 99,10% in Basilicata), con 12 regioni che superano la soglia del 95%, 5 regioni con una copertura tra il 93% e il 95% e solo 2 regioni (Friuli Venezia Giulia e P.A. di Bolzano) sotto il 93%.
Allegati disponibili
Condividi questa pagina: